I più visti

GLI ANTICHI CONOSCEVANO GIA' LA “PILLOLINA BLU”

Molti racconti, miti e leggende si sono susseguite sul "frutto dell'amore” : il 'piccolo-Cola', il suo nome scientifico Garcinia cola, che secondo le popolazioni indigene dell'Africa occidentale, sarebbe dotata di un certo potere afrodisiaco, esso ricopre un ruolo importante nelle cerimonie religiose e profane, in tutti gli atti importanti delle popolazioni sud-saheliane, rappresetando anche un simbolo di fedeltà e per essere certi dell’amore della propria sposa.

PERCHE' SI TRADISCE

Chi non è stato innamorato almeno una volta nella vita???!! E quante speranze abbiamo riposto in quel bellissimo rapporto ma, poi qualcosa è successo.

STEFANIA SANTINI: L'AMORE CREA SOLO BUONI FRUTTI ...

intervista a Stefania Santini.
Stefania Santini nasce il 15 agosto del 1972 a Spoleto, una piccola città dell’Umbria, il “cuore verde dell’Italia”, una terra di pace e tranquillità, impregnata di spiritualità.

IGIENE AMICA del BENESSERE

L'igiene termine che deriva dal greco (hygieinè) "arte salutare", in riferimento alla pulizia della persona e dell’ambiente in cui si vive: igiene del corpo, del viso; igiene della casa etc, è un ramo della medicina al fine di prevenire evitare e combattere malattie e promozione del benessere e dell'efficienza umana, viene considerata anche una disciplina che si occupa della divulgazione, del mantenimento e del potenziamento dello stato di salute, inteso come una condizione di benessere fisico, psichico e socioambientale.

L'amore un'emozione inaspettata....

Dopo un'amore finito anche se con dolore si giura di non ricascarci più.. succede invece di rinnamorarsi proprio quando ci si è messi il cuore in pace, perchè?

INVECCHIAMENTO? UN VECCHIO RICORDO!

l ticchettio dell'orologio che scandisce il tempo che passa, è spesso presente negli incubi di guardarsi allo specchio per vedere se la pelle ha la consistenza di una prugna secca!

Chi non sogna di avere la pelle vellutata come in  giovinezza? Col passare del tempo diminuisce la quantità di collagene ed elastina prodotti dal nostro organismo causa di una minore elasticità e tonicità del tessuto epidermico, la pelle inoltre tende a disidratarsi più facilmente, a causa della minor capacità di sintesi dell’acido ialuronico assieme ad altri glicosamminoglicani, che hanno la caratteristica di legarsi facilmente alle molecole d’acqua. Assieme a questo processo di disidratazione si attenua anche la sintesi di sebo e grasso sottocutaneo, che comporta un inevitabile inaridimento della pelle.
L'invecchiamento cutaneo è un processo evolutivo irreversibile; esso si articola di un insieme di alterazioni fisiologiche che determinano la perdita di idratazione cutanea, la comparsa di microrughe, la perdita di elasticità, l'ipercheratosi e la formazione di macchie iperpigmentate, chiamate “macchie senili”.
Queste alterazioni sono la risultante di due eventi paralleli: l'invecchiamento cronologico e l'invecchiamento da fattori ambientali.
Non possiamo viaggiare indietro nel tempo  per recuperare la pelle giovane, ma possiamo ricostituire, reidratare e ridurre al minimo l'invecchiamento precoce. Nessuna dieta o prodotto può invertire il tempo, ma le abitudini di vita possono aiutare a rallentare il processo di invecchiamento e sostenere un colorito sano.  E' importante quindi nutrire la pelle  (il più grande organo del corpo) con  prodotti naturali  ricchi di nutrienti naturali che aiutano a rafforzare l'elasticità  naturale della pelle.
Estendere il motto "tu sei quello che mangi"  questo va esteso anche alla  pelle  ed è importante, ciò significa che è possibile attenuare il fenomeno utilizzando dei rimedi naturali presenti negli alimenti che consumiamo quotidianamente, che talvolta possiedono naturalmente delle vitamine antiossidanti utili a porre un freno all’incedere del tempo. Ovviamente anche lo stile di vita e le abitudini influiscono notevolmente sull’invecchiamento della pelle, perciò è sempre opportuno avere un buon autocontrollo ed evitare gli eccessi.
Il fumo, l’alcool, lo stress e la carenza di sonno sono soltanto alcuni tra gli elementi che possono contribuire in modo sostanziale alla formazione delle rughe, così come l’eccessiva esposizione ai raggi ultra-violetti del sole. Certo, vi è anche una componente genetica che non può essere tralasciata, ma a prescindere dalla predisposizione naturale si può arginare il fenomeno e ritardarne per quanto possibile la sua manifestazione.
Segni di invecchiamento intrinseci, quali rughe sottili, iniziano ad apparire normalmente tra la fine dei 20 anni e l’inizio dei 30, quando la pelle comincia a perdere di tono. Più avanziamo negli anni, più profonde diventano le rughe e la forma del viso cambia con la perdita di grasso e di massa ossea.
Fortunatamente la natura ci aiuta,  esistono numerosi composti naturali che svolgono un’azione efficace contro le rughe e possono migliorare notevolmente il problema regalando un aspetto più giovane di qualche anno, assieme ad una buona attività fisica si potrà mantenere il nostro fisico in ottima forma fino a tarda età.

Marinella Ventura

Scrivi il tuo commento

Contattaci se sei interessato far conoscere un argomento su uno dei temi trattati nella nostra testata...

La piattaforma per la creazione di siti professionali